Gentiloni: “Governo rimarrà in carica fino a quando avrà fiducia”

Chi si aspettava un governo di emergenza, per superare l’impasse delle diverse leggi elettorali tra le due camere, sarà rimasto sicuramente deluso. Non appena insediato come nuovo Primo Ministro della Repubblica Italiana, Paolo Gentiloni ha voluto rimarcare, durante il discorso per ottenere la fiducia, di presiedere un governo che non sarà a tempo determinato, ma che andrà avanti, per affrontare emergenze e non, fino a quando avrà la fiducia del parlamento.

“Il governo non si rivolgerà a quelli del Sì contro quelli del No”, ha riferito alla Camera Paolo Gentiloni, sottolineando la volontà del governo da lui presieduto di porsi come rappresentante di tutti i cittadini italiani.

Priorità agli interventi sulle zone terremotate

L’intervento programmatico di Gentiloni si è aperto con l’emergenza terremoto: “L’intervento nelle zone colpite dal sisma è la prima cosa”, ricordando come in molte aree del Centro Italia sia ancora emergenza piena, tra smistamento degli sfollati e inizio della ricostruzione.

Da qui, ricorda ancora il neo Primo Ministro, anche la necessità di cominciare a sviluppare il progetto Casa Italia, ereditato dal governo Renzi e che prevede, sul lungo periodo, l’ammodernamento del patrimonio immobiliare sul suolo italiano, soprattutto laddove siano presenti rischi di carattere idrogeologico e sismico.

Non si torna a votare, almeno per adesso

L’indirizzo impresso tramite il discorso per ottenere la fiducia alla camera sembra dunque particolarmente chiaro: nessuna intenzione di tornare alle urne, almeno a breve, dato che finché potrà contare sulla fiducia del PD e del NCD, il governo rimarrà saldamente in carica e non vi sarà la necessità di scioglimento anticipato delle camere.

Nel frattempo però le opposizioni, tanto a destra con la Meloni e Salvini, quanto tra i Cinque Stelle, continuano a protestare: “Urne subito”, anche nel caso in cui non si potesse, data anche l’incombente pronuncia della Consulta, cambiare la legge elettorale. Una protesta che però, almeno finché terrà la fiducia, sarà destinata a rimanere lettera morta.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *