Speranza: “Pronto a candidarmi contro Renzi per la segreteria PD”

Renzi non correrà da solo per la segreteria del PD e questo sembra essere l’unico punto certo almeno per il momento. Ad esprimersi infatti non è stato soltanto il fronte del No, che pure ha incassato di recente una vittoria estremamente importante a livello politico, sia sul piano nazionale che su quello interno al partito, ma anche la candidatura di un (inaspettato) esponente della minoranza dem interna al partito.

Roberto Speranza, uno degli esponenti della corrente a sinistra del partito ha appena annunciato infatti la sua volontà di candidarsi alla segreteria per sfidare il segretario in carica Matteo Renzi. Lo ha annunciato durante la manifestazione L’Italia prima di Tutto – un nuovo Pd per costruire il centrosinistra, ricevendo anche l’ok di Pier Luigi Bersani, uno dei membri più di lungo corso della corrente sinistra del PD e vero animatore del subbuglio politico che ha colpito il Partito Democratico.

Nel frattempo Bersani, approfittando dell’occasione per pronunciarsi per quanto riguarda la candidatura di Speranza, rintuzza quella che sembrerebbe essere la vera sfida politica che terrà banco per i prossimi mesi: la revisione dei voucher, del Jobs Act e con ogni probabilità la reintroduzione di tutele simili a quelle del vecchio Art. 18.

Una questione che forse riuscirà a tenere banco più di quella per la segreteria, dato che in molti all’interno del partito hanno comunque ricordato che la soluzione condivisa potrebbe essere politicamente più vantaggiosa. Tra i portatori di pace Emiliano, subito però bloccato da Rossi, il quale ha affermato di essere pronto, preferendo comunque discutere di idee piuttosto che di nomi.

Si preannuncia una stagione rovente per la corrente maggioritaria all’interno del PD, quella che a mani basse aveva vinto le ultime primarie e occupato piuttosto saldamente la segreteria. Su cosa succederà nei prossimi mesi, neanche i più esperti politologi del Paese sembrano disposti a discutere.

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *