Torna BlackBerry, ma in mani cinesi – ecco i termini dell’accordo

A Volte ritornano. Quando il mondo della tecnologia sembrava già pronto a dimenticarsi di BlackBerry, nonostante il brand ne abbia segnato in modo importante la storia, ecco che arriva TLC Communication.

Una vecchia conoscenza per gli appassionati di tecnologia, dato che l’azienda cinese già qualche anno fa si preoccupò di riportare in vita un altro marchio storico (seppur meno innovativo) di BlackBerry, ovvero Alcatel.

L’azienda non sarà dunque più canadese, ma passerà di mano e come è già accaduto a Lenovo, finirà in Cina. Un altro marchio storico che finisce a Shangai, per un mercato della tecnologia che vede ormai, anche a livello di possesso di marchi, la parte orientale del pianeta nettamente favorita rispetto a quella occidentale, almeno per quanto riguarda la produzione di hardware.

BlackBerry concederà l’uso in licenza del marchio, ricevendo in cambio il pagamento di royalties, ovvero di somme stabilite da contratto per ogni dispositivo venduto.

Un nuovo concorrente sul mercato Android, inoltre, dato che l’azienda canadese aveva già deciso da tempo di abbandonare lo sviluppo e l’utilizzo del suo BlackBerry OS, per darsi ad Android, il sistema operativo più utilizzato al mondo in ambito mobile.

Che ne resta della BlackBerry canadese?

Il comunicato stampa diffuso dall’azienda parla però di una divisione canadese che non andrà in pensione. BlackBerry, dai suoi uffici e dai suoi centri di ricerca e sviluppo continuerà a sviluppare soluzioni software in assoluta autonomia, con un focus particolare sulla sicurezza e sui sistemi di comunicazione, la specialità di BlackBerry (che continua a gestire il suo network di messaggistica privato e super-sicuro), nonostante l’azienda canadese abbia perso contratti importantissimi come quello di fornitura per le forze armate statunitensi.

Che i cinesi riescano, come accaduto con Lenovo, a salvare un marchio in difficoltà e a riportarlo a quelli che sono i fasti di un tempo? Difficile, soprattutto considerando il mercato degli smartphone, che ha lasciato BlackBerry distante anni luce dai leader di mercato, Apple e Samsung. Difficile dunque la resurrezione, anche se, come insegna la storia della tecnologia… mai dire mai!

Leggi Anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *